-I Ricordi-

I ricordi sono fotografie custodite dalla mente,

Immagini di ciò che un giorno sarà assente,

Di qualcuno o di qualcosa che non sarà più presente…

I ricordi sono pezzi di vita rubati al tempo,

I nostri occhi li catturano contro ogni contrattempo,

Conservarli nel deposito dell’anima è per loro un passatempo!

I ricordi sono tessere di un mosaico,

Alcune sono sbiadite perché appartengono all’arcaico,

Altre resistono all’età, indipendenti e resistenti… il loro è uno stato laico;

I ricordi sono lezioni che abbiamo imparato,

Quando abbiamo fatto del bene ed abbiamo sbagliato,

O abbiamo fatto del male e non ci è stato perdonato…

I ricordi sono pietre che ci appesantiscono,

Alcune sono persino affascinanti e ci abbelliscono,

Altre sono talmente grosse che ci atterriscono…

I ricordi sono diversi ed ognuno ne ha di unici,

A causa di alcuni di loro siamo diventati un po’ più cinici,

Ma si spera comunque non dei casi clinici!

-Il Mio Muro-

Sono circondata da un muro,

Che io stessa ho costruito e reso duro;

Sono circondata da un muro,

Che tiene fuori tutto e tutti, anche il mio futuro;

Sono circondata da un muro,

Perché le persone mi hanno ferita e ho bisogno di uno scudo;

Sono circondata da un muro,

Per proteggere il mio cuore e non metterlo più a nudo;

Sono circondata da un muro:

Il cemento l’ho impastato con il mio dolore crudo,

Con le mie lacrime e con la sofferenza che ancora sudo,

Poi ci ho aggiunto pian piano tanti mattoni,

Che ho collezionato man mano: erano le mie delusioni!

Sono circondata da un muro:

Sento le voci di chi sta dall’altra parte,

Ma preferisco ascoltarle standomene in disparte…

Ho paura della gente e mi sento in trincea,

Qualcuno mi minaccia o è solo una mia idea?!

Sono circondata da un muro,

Vorrei tanto poterlo abbattere, lo giuro!

Se solo la paura del dolore mi lasciasse andare,

Forse potrei distruggere tutto e così ricominciare…

Sono circondata da un muro,

E mi sento molto sola, questo è sicuro!

-Sei La Mia Zavorra-

Sei un ricordo pesante,

Un fantasma insistente…

Vivi ancora ingiustamente,

Nel mio cuore e nella mia mente…

Non lasci liberi neanche i sogni,

E quando dormo vieni a svelare i miei bisogni…

Forse avrei ancora bisogno di te,

E vorrei che fosse così anche per te…

Avevi gli occhi azzurri come il mare,

Ci nuotavo dentro e sentivo il cuore scoppiare…

Avevi gli occhi azzurri come il cielo,

Volavo felice ed il mio cuore era leggero…

Mi piaceva il tuo modo di parlare,

E la tua risata mi curava da ogni male…

Anche i tuoi silenzi erano seducenti,

Sarei rimasta per ore, senza parlare, ad osservarti…

Ma da quando dalla mia vita te ne sei andato,

Nulla ha avuto più senso e tutto si è svuotato…

Ancora oggi sento la prepotenza,

Incessante e logorante della tua assenza…

Mi chiedo quanto tempo ci vorrà,

E se davvero un giorno tutto questo svanirà…

Sei la mia zavorra,

Mi tieni inchiodata qui nonostante io non lo voglia…

Vorrei che mi lasciassi andare,

E che il mio cuore la smettesse finalmente di amare,

Ciò che, in fin dei conti, è stato solo un male.